lunedì 22 agosto 2011


Natale è dietro l'angolo...

Ed io quest'anno non smetto di pensarci tra creazione di decori e regali. Se non ricordo male, il prmio decoro l'ho completato a febbraio. Ora, questo è solo il terzo, ma è bello pensare a Natale tutto l'anno :)
 

Quest'estate mi sono fatta prendere dalla kit-mania e - tra gli altri - ho comprato anche il mio primo kit della Mill Hill con tante perline. Non le amo particolarmente, così come non amo per niente ricamare su carta perforata, ma questo soggetto mi piaceva molto e così ho ceduto... e non sarà il primo, perchè ce n'è già un altro in viaggio dagli USA a Ravenna...
 
Devo dire che la carta perforata della Mill Hill è migliore di quella che ho per le mani io e ci ho lavorato con meno stress e nervosismo delle esperienze precedenti. E poi il kit mi è stato utile per imparare un paio di cosette sull'attaccatura delle perline, cosa che finora ho fatto da autodidatta. 
 
Le istruzioni del kit prevedevano anche la creazione del "laccetto" per il decoro con le perline, ma c'è un limite a tutto e per me tutte quelle perline a "collanina" erano il limite di sopportazione raggiunto . Così ho usato la gugliata di filato gialla avanzata (filati e perline erano stra-abbondanti!!) per farne una treccina con un paio di fili dorati nel mezzo e creare così il laccetto con cui appenderlo all'albero.
 
Essendo agosto... ho chiesto al rosmarino di casa di fingersi un abete per la foto e devo dire che è stato discretamente al gioco dando la giusta nota verde alla foto. Peccato per il vento che giusto in quel momento aveva deciso di tirare (era vagamente fresco! ma mica entrava in casa! fetente...) e così non sono stata capace di fare una foto "ferma".
 
(nota di demerito a splinder: ma porc...acciderbolina! una volta che decido di giustificare la spaziatura non c'è modo di fartelo fare???? per fortuna che so fare "a mano")
 



7 commenti:


  1. Bellissimo!!!!
    Spiegami un po' come si fa la spaziatura a mano che io ci divento matta!!!!!

    RispondiElimina
  2. per fare a mano la spaziatura bisogna entrare nel codice html e gestirselo un po' da sole... io ho imparato anni fa quando un certo Sig. Baule mi ha dato 2 dritte e mi sono messa a studiare su un paio di libri per farmi il sito (che langue da anni... sigh)

    RispondiElimina
  3. è già troppo complicato per me...

    RispondiElimina

  4. ciao
    ma quanto mi piace questo decoro, ma che differenza c'è tra la tela di plastica e questa che hai usato che scrivi che ti sei trovata meglio??
    Buone crocette natalose

    Barbara

    RispondiElimina
  5. @ barbara, a dire il vero non ho mai provato al tela di plastica, anche se ne ho un pezzetto in casa regalatomi da Anna tempo fa, quindi non saprei dirti la differenza... sorry. certo è che io preferisco la stoffa, sempre e comunque! la preferisco anche al cencio della nonna o al soluble canvas che trovo odiosi... evviva la tela "normale" !! anche se ogni tanto provo a cambiare...

    RispondiElimina
  6. E' bellissimo!!!! Complimenti
    Serena

    RispondiElimina
  7. Argh! perché non lo avevo commentato, questo bellissimo e luccicante addobbo?
    Rispondo a Barbara: la carta non si può bagnare ma si sagoma molto meglio della plastica, è più sottile e di tanti colori diversi (per lo meno quella della Mill hill). Rispetto alle stoffe, è già rigida di suo e non chiede ulteriori trattamenti.
    E i kit della Mill Hill sono supercompleti, fatti davvero bene.
    Roberta

    RispondiElimina